Quando il ricambio generazionale non è il solito proclama, ma una bella sorpresa.

Di Simone Digrandi - Oggi abbiamo imparato che la voglia di dare spazio realmente al nuovo c'è, ma sopratutto può essere una bella sorpresa. Youpolis, come si sa, è caratterizzata da una equi-distanza da qualsiasi schieramento e forma partitica, è una realtà che guarda al tutto con una coscienza critica e voglia di analizzare il più possibile, per questo, oggi, non possiamo non esultare alla scelta del neoeletto Presidente Crocetta di aver nominato Assessore alla Formazione Nelli Scilabra, studentessa di Giurisprudenza, perfetta coetanea di molti componenti del nostro laboratorio.

Esultiamo per la scelta 'sorprendente', non programmata e non prevista. E davanti a questa sorpresa, pensiamo a quante volte il 'ricambiogenerazionale' è stato usato e strausato da partiti e movimenti, anche in tempi recenti, sbandierato come slogan ma con, in realtà, pochi risultati. Anzi, abbiamo dovuto anche notare come in certi contesti dove questo slogan era proclamato dai tetti a gran voce, tutto fu soffocato dalle logiche vecchie dei 'soliti', al punto non solo da non dare spazio ai giovani nel 'ricambio', ma fermando ed eliminando loro ogni entusiasmo.

Ecco perchè invece oggi siamo felici. Perchè chi non l'ha proclamato in maniera altosonante, il 'ricambiogenerazionale', oggi l'ha praticato.

Una scelta, dunque, che ci ha spiazzato. Ma non mancano anche dubbi e perplessità da parte di alcuni: per esempio c'è chi si chiede se sarà capace e avrà competenza. Noi rispondiamo semplicemente con una considerazione. Chi è giovane, non è costantemente formato? Chi è formato - essendo 'destinatario' di 'carriolate di formazione' tra corsi, stracorsi, megacorsi, master di primo, secondo, decimillesimo livello - non viene dal vivo, e sa bene cosa l'ha fatto crescere professionalmente e forse no? Bene, noi preferiamo una giovane che sta tra i 'formandi' e magari si è messa più volte nei loro panni, perchè saprà bene cosa ha fatto crescere lei e i suoi giovani e cosa no. E la preferiamo a tutte quelle decine di assessori alla formazione che hanno inviato contributi a pioggia senza freni, arrivando pure ad essere indagati, come sta succedendo!

Poi, su certi giornali online, c'è il culmine di chi non sa come criticare questa scelta. La si critica perchè non si è ancora laureata. Perchè siccome tutti gli altri "grandi" sono megadottori...

Le rubriche

IDEE A CONFRONTO

Contributi e riflessioni

   
FLUSSI DI COSCIENZA

di Corrado Schininà

   
DIPENDE DA TE

di Simone Digrandi

   
PILLOLE DI CULTURA
Autori, eventi, recensioni