Sicilia

Aggiornamenti, news ed eventi dalla costituenda Associazione Regionale Youpolis Sicilia.

Il gioco del pallone in centro storico a Ragusa. Tra multe, danni, sicurezza e l’importanza di fare giocare i giovani: una proposta di Youpolis Sicilia per risolvere il problema.

Se giocare a pallone all’aperto è una cosa bella, ma crea problemi ai luoghi e alle persone in centro storico, ci può essere una soluzione? A detta dei giovani del laboratorio di Ragusa di Youpolis Sicilia forse sì. Esattamente due anni fa, il gruppo raccontava di come piazza San Giovanni e piazza Matteotti a Ragusa si fossero trasformati, di notte e a volte anche di giorno, negli stadi di quel mondiale brasiliano del 2014 ormai passato. Ci siamo lasciati alle spalle anche gli Europei di Francia 2016 ma la storia non è affatto cambiata. Nonostante un’ordinanza del 2012 in cui si vietava il gioco del calcio nel centro storico, abbiamo osservato come sistematicamente appena la temperatura estiva lo permette, si facciano le squadre e si dia l’inizio a tornei su tornei. Un continuo succedersi di tiri, urla, pallonate e lanci lunghi. Lanci che nella maggior parte delle volte finiscono sul portone o sui fregi della cattedrale - la foto che alleghiamo fa vedere dove sia arrivato un pallone, praticamente per restarci - oppure per strada, con la creazione di una situazione di pericolo, o finendo contro chi passeggia o prende tranquillamente un gelato seduto al tavolino di un bar qualsiasi. La situazione non cessa nemmeno quando durante un matrimonio sul sagrato ci sono sposi e invitati, costretti a schivare le pallonate, o gruppi di turisti che si ritrovano ad essere dei birilli da dribblare. Per non parlare delle serate di “A tutto volume” di qualche settimana fa, quando i volontari dell’associazione furono costretti ad intervenire, in collaborazione con la polizia municipale, per bloccare dei ragazzi (e teniamo a sottolineare ragazzi, non bambini) che non curanti della manifestazione hanno scambiato San Giovanni per San Siro.

Leggi tutto...

La Biblioteca Civica Giovanni Verga, gli orari difficili per gli studenti, gli spazi per sensibilizzare i giovani alla lettura: una proposta di Youpolis Ragusa

Da più di un secolo Ragusa ospita con grande onore la Biblioteca Civica Giovanni Verga, sede finalizzata alla crescita culturale e sociale dei cittadini. Un ambiente – specie grazie alla nuova sede in Via Zama – concepito in modo da dare la possibilità a chiunque, anche agli studenti frequentanti la scuola primaria o secondaria, di coltivare la passione per la lettura e per il sapere, dal momento che la struttura fornisce alla cittadinanza un ampio e silenzioso spazio in cui poter apprendere, ma anche studiare. Gli orari di apertura sembrano però non tenere conto degli impegni mattutini cui uno studente deve adempiere, poiché è possibile usufruire degli spazi della Biblioteca prevalentemente dalle ore 9:00 alle ore 12:30, ad eccezione di due giorni settimanali, il martedì e il giovedì dalle 15:30 alle 18:00.
Come può quindi uno studente, che di mattina è a scuola, studiare in biblioteca soltanto due giorni a settimana, per di più per poco tempo?

Leggi tutto...

Le proposte di Youpolis Ragusa sul traffico: un briefing con il Vicesindaco Iannucci

Un momento di confronto teso a capire se le proposte lanciate negli scorsi mesi sono realizzabili. Si tratta delle idee che i giovani del Laboratorio di Ragusa dell’associazione Youpolis Sicilia hanno elaborato riguardo al traffico in alcune zone della città, diventate formalmente documenti inviati all’Amministrazione comunale sulla scorta di segnalazioni ricevute dai cittadini ma anche dalla presa d’atto diretta della necessità di alcune modifiche, soprattutto in centro storico. Nei giorni scorsi si è svolto un vero e proprio briefing con il vicesindaco e assessore alla Polizia Municipale, Massimo Iannucci.

Leggi tutto...

L'estate di Youpolis Sicilia tra confronto e crescita

Un'attività che in estate non si ferma, quella dell'associazione Youpolis Sicilia. Giovani sempre più convinti di muoversi, alzare la voce, proporre, organizzare, dimostrando che molti ragazzi non sono fermi al palo del disinteresse e del pessimismo, ma che amano le proprie città e vogliono impegnarsi per la propria comunità. Siamo ad un anno dalla costituzione ufficiale dell'Associazione (preceduta da tre anni di attività più informale) e al termine di mesi di intensa attività: dalla testimonianza dei giovani membri in occasione di Ragusani nel Mondo 2014 a interventi nelle scuole per stimolare i giovani ad impegnarsi, a convegni, iniziative, manifestazioni, tra cui eventi particolari come la manifestazione "L'impegno che c'è" a Dicembre, il torneo "Facciamo Rete" dedicato a Daniela Dinatale il 6 Gennaio, la splendida giornata di commemorazione del terremoto del 1693 l'11 gennaio, il convegno "Le piccole cose fanno la differenza" ai Benedettini a Catania, fino alla Festa della Musica a Chiaramonte Gulfi, gli intensi giorni di "A Tutto Volume"  - all'interno dei quali i giovani dell'Associazione si sono prodigati su diversi fronti e hanno tenuto l'esilarante e coinvolgente evento "Se io Avrei" dedicato agli errori grammaticali nell'era dei social network - e la compartecipazione all'organizzazione della quarta edizione di "Ragusa Non Dimentica" il 19 Luglio scorso.
Dopo tutto questo, l'Associazione in queste settimane si è ritrovata per due momenti importanti e di crescita interna, per "ricaricare le batterie" e prendere alcune decisioni organizzative e logistiche.

Leggi tutto...

Se io avrei! Errori linguistici ai tempi dei social. L'iniziativa culturale di Youpolis Sicilia per "A Tutto Volume" a Ragusa

“Se io avrei – antistaminici linguistici ai tempi dei social network”. E’ questo il titolo dell’iniziativa che Youpolis Sicilia organizza sabato prossimo a Ragusa, alle ore 17, in occasione del festival “A Tutto Volume”. Si tratta di una delle attività inserite nel programma “Extra Volume”. Youpolis partecipa per la seconda volta dopo aver proposto lo scorso anno il riuscito reading multimediale “Creature Nude” dedicato ai temi dell’adolescenza attraverso la letteratura. Quest’anno l’essenza dell’evento è diverso: un’occasione molto divertente, tra la proiezione di una piccola "sitcom" e una serie di sorprese dal vivo, per riflettere sugli errori comuni che quotidianamente, anche inconsapevolmente, un po’ a tutti sarà capitato di commettere: per distrazione, o in alcuni casi, per scarsa conoscenza della nostra grammatica. L’evento non sarà a scopo didattico, ovviamente. Nessuno vuole insegnare qualcosa a qualcuno, ma è un’opportunità per esaminare quegli errori comuni, attraverso divertenti sketch che prendono spunto dal quotidiano e che spesso possono portare anche a perdere occasioni importanti, occasioni che diversamente avrebbero magari avuto finali più belli.

Leggi tutto...

Le rubriche

IDEE A CONFRONTO

Contributi e riflessioni

   
FLUSSI DI COSCIENZA

di Corrado Schininà

   
DIPENDE DA TE

di Simone Digrandi

   
PILLOLE DI CULTURA
Autori, eventi, recensioni